A day in the life: going to the Stadium of the Marbles


Ciao a tutti!

Come state? Spero bene!

Qualche giorno fa sono andata allo Stadio dei Marmi per fare attività fisica (physical activity/exercises). Ci sono andata più di una volta e trovo che sia un posto molto bello per allenarsi (to train) perché si sente l’atmosfera dello sport e ti puoi calare nel personaggio dell’atleta (you can identify yourself with the athletes). Inoltre, molte persone vanno allo stadio per allenarsi, perciò vedere tante persone che svolgono esercizi e corrono, fa venire voglia di fare sempre di più e ti motiva!

Lo Stadio dei Marmi si trova al Foro Italico, un complesso sportivo (a sport complex)  di Roma.

Schermata 2015-05-20 alle 13.31.34

Qualcuno di voi ci è mai stato? Se sì, raccontatemi la vostra esperienza nei commenti!

Qui sotto potete guardare il vlog che ho girato quel giorno:

*if you want to enable subtitles in the video above, please choose the ones that I have added, NOT the automatic ones!*

A presto!

Italian Subjunctive Example Phrases | Italian grammar


Cari lettori e care lettrici,

come state? Spero stiate bene!

Ho ricevuto molte richieste di fare un video sul congiuntivo con gli esempi e le traduzioni in inglese. Quindi ecco il mio video:

Nel video vi mostro come utilizzare i quattro tempi verbali del modo congiuntivo. Trasformo la stessa frase cambiando i verbi, e vedrete che la frase acquista un significato diverso.

Gli esempi riportati nel video sono i seguenti:

Penso che Luca studi all’università – I think Luca studies at university
Pensavo che Luca studiasse all’università – I thought Luca studied at university
Penso che Luca abbia studiato all’università – I think Luca has studied at university
Pensavo che Luca avesse studiato all’università – I thought Luca had studied at university

Penso che loro siano amici – I think they are friends
Pensavo che loro fossero amici – I thought they were friends
Penso che loro siano stati amici – I think they have been friends
Pensavo che loro fossero stati amici – I thought they had been friends

Ora tocca a voi! Fate lo stesso con le seguenti frasi:
1) Penso che Luca vada al cinema
2) Penso che i miei genitori abbiano la febbre

Lasciate un commento con le vostre risposte!

A presto,

Lucrezia

Monthly Newsletter | Learn Italian with Lucrezia


Cari lettori e care lettrici,

come state oggi?

Sto lavorando alla newsletter mensile che vorrei proporvi molto presto. Perciò, se volete iscrivervi,  cliccate qui o sulla scritta in alto a destra della pagina.

Dear readers,

how are you today?

I’m working on the monthly newsletter that I’d like to launch very soon. Therefore, if you want to sign up, click here or on the writing in the right sidebar.

A presto!

Lucrezia

 

Ponte Milvio | Places in Rome


Cari lettori e care lettrici,

bentornati nel mio blog!

Spero che stiate tutti bene e pronti (ready) per leggere un altro mio breve (brief) post in italiano.

Oggi voglio parlarvi di Ponte Milvio, che dà il nome a un quartiere (neighbourhood) molto famoso per ospitare locali e la vita notturna più alla moda di Roma nord.

Ci siete mai stati per fare aperitivo o mangiare una pizza?

Ponte Milvio, conosciuto anche come Ponte Mollo (chiamato così perché è il primo ponte a venire sommerso dall’acqua quando il Tevere è in piena – in flood -), è uno dei ponti più antichi di Roma, risale probabilmente al IV-III secolo a.C., e fu inizialmente costruito in legno.

Su questo ponte (bridge) sì combatté la storica battaglia (battle) tra Costantino e Massenzio, che portò il primo a essere nominato imperatore (emperor) unico d’Occidente e a decretare (to decree) la libertà di religione (freedom of worship) nell’impero e la fine delle persecuzioni (persecutions) contro i cristiani.

IMG_4206

Qualche giorno fa ho fatto queste foto e mi sono resa conto di quanto io e molte altre persone siamo abituati a passeggiare o attraversare questo ponte, scordandoci della sua storia.

IMG_4205

Se la vita notturna, tra aperitivi e locali, non fa per voi, ci sono altri eventi organizzati in questa zona, come per esempio il mercatino dell’antiquariato (antiques market) che si svolge (which takes place) ogni prima e seconda domenica del mese con più di 200 espositori (exhibitors)!

Inoltre, a Ponte Milvio potete mangiare dei buonissimi supplì andando in una friggitoria (fried food shop) che si chiama Sora Milvia!

A presto,

Lucrezia

I preferiti di aprile | Learn Italian with Lucrezia


Ciao a tutti, lettori e lettrici, e bentornati nel mio blog!

Oggi voglio condividere con voi tutte le cose che mi sono piaciute nel mese di aprile, una canzone, un cibo, un video, eccetera.

La canzone: Il titolo della canzone è “Una finestra tra le stelle” ed è cantata da Annalisa, una giovane cantante italiana che sta avendo molto successo in questo periodo. La canzone è stata presentata al Festival di Sanremo e all’inizio non l’avevo notata, ma poi, sentendola spesso alla radio e in tv, ha cominciato a piacermi. Ascoltate e fatemi sapere che ne pensate!

Il cibo: Una buona granita al caffè con panna fatta in casa presa in un locale vicino al Pantheon, nel centro di Roma. Il locale è un grande bar specializzato nel caffè, infatti si chiama la Tazza d’Oro. Se vi trovate in quella zona, andata ad assaggiare la granita, soprattutto ora che si avvicina l’estate!

Schermata 2015-05-02 alle 19.42.21

Il sito internet: Ho trovato un sito internet di esercizi sulla grammatica italiana e ho pensato che potesse essere utile per voi. Gli esercizi riguardano le parti del discorso, quindi gli argomenti basilari della grammatica italiana. Provate a fare gli esercizi (cliccate sulla foto) e fatemi sapere che ne pensate, se sono facili o difficili!

Schermata 2015-05-02 alle 19.45.19

Il video: La mia amica Melissa ha cominciato a caricare video sul suo canale MattaYouTube, video in cui parla in italiano della sua vita e insegna allo stesso tempo delle frasi ed espressioni utili. Vi consiglio di seguirla e iscrivervi al suo canale, sono sicura che vi piacerà!

Quali sono i vostri preferiti del mese di aprile? Fatemi sapere nei commenti qui sotto!

A presto,

Lucrezia

Leggiamo i vostri commenti!


Cari lettori e care lettrici,

oggi voglio farvi sapere che io leggo tutti i vostri commenti! A volte mi viene il dubbio se ho risposto a tutti oppure no. Se non ho risposto a qualcuno, scusatemi! Se a volte non rispondo è perché mi scordo di farlo, non perché non voglio rispondervi.

Comunque sappiate che leggo e apprezzo tutti i vostri commenti, quelli belli, quelli incoraggianti, quelli in cui mi dite cosa pensate delle mie lezioni e quelli in cui mi date dei consigli; leggo e apprezzo anche quelli in cui mi criticate, perché penso che le critiche, se costruttive, possano aiutare a migliorare.

E poi non li leggo da sola! Mi aiuta la signorina che vedete nella foto: Angelina!

Foto del 22-04-15 alle 17.42

A presto,

Lucrezia

 

How to form feminine nouns | Italian grammar


Cari lettori e care lettrici,

oggi voglio condividere con voi come si formano le forme femminili dei sostantivi maschili in italiano.

Prima di tutto, vorrei invitarvi a guardare la video lezione che ho girato sull’argomento:

Adesso facciamo il punto della situazione.

Dividiamo i sostantivi maschili in quattro gruppi:

– sostantivi che finiscono in –o:

Questi sostantivi (che sono i più diffusi) formano il femminile sostituendo la lettera –o con la lettera –a: bambino -> bambina; maestro -> maestra; impiegato -> impiegata; cuoco -> cuoca

Altri sostantivi, come avvocato, che formano il femminile aggiungendo il suffisso -essa: avvocato -> avvocatessa

– sostantivi che finiscono in –e:

I sostantivi maschili che finiscono in -e formano il femminile in due modi:
desinenza in -a: cameriere -> cameriera, infermiere -> infermiera
suffisso -essa: conte -> contessa, studente -> studentessa, principe -> principessa

Ci sono dei sostantivi che finiscono in -e e non cambiano al femminile: il cantante -> la cantante, lo insegnante -> la insegnante, il nipote -> la nipote

– sostantivi che finiscono in –a:

I sostantivi che finiscono in -a formano il femminile aggiungendo il suffisso -essa: duca -> duchessa, poeta -> poetessa

– sostantivi che finiscono in –tore:

Questi formano il femminile con il suffisso -trice: scrittore -> scrittrice, attore -> attrice, pittore -> pittrice

Ci sono anche dei nomi indipendenti, cioè la cui forma femminile è completamente diversa. Queste coppie di sostantivi vanno solo imparati, perché non esiste una regola:

padre -> madre, fratello -> sorella, marito -> moglie, genero -> nuora, toro -> mucca/vacca, fuco -> ape

Per mettere in pratica quello che avete studiato oggi, potete fare il breve esercizio di seguito:

Individua il genere del sostantivo e scrivi la sua forma, a seconda del genere, femminile o maschile:

il dottore -> ?                il parente -> ?
l’elefante -> ?                la direttrice -> ?
la nonna -> ?                 il segretario -> ?

Scrivete le vostre risposte nei commenti!

A presto,

Lucrezia